Ciò che inferno non è
3' di lettura
11/04/2020

Ciò che inferno non è

di Alessandro D'avenia
Genere: Romanzo DrammaticoPrima pub.: 2014
Formati disponibili: Cartaceo,Ebook Link Amazon
Scheda libro completa

La vita che viviamo è quella vera? C'è una luce che illumina le nostre giornate e ci fa aprire gli occhi? C'è una luce che ci indica "ciò che Inferno non è"? 

In una calda estate, con la scuola appena finita, Federico varca la soglia di una nuova vita : quella vita che separa Brancaccio dal resto di Palermo. Ed è lì che comprende il significato di essere uomo per davvero, e non solo maschio. Perché “Gli uomini sono diversi dai maschi. I maschi vogliono una parte di quella donna. Gli uomini vogliono quella donna. I maschi sono disposti a concedere un po’ di amore, per avere sesso. Gli uomini vogliono l’amore, e il sesso ne fa parte. ” 

Federico si trova catapultato in una nuova realtà, vista dagli occhi di un ragazzo di 17 anni che impara a conoscere l'orrore di Cosa Nostra ma, allo stesso tempo, l'amore, l'amore di Lucia. Amante di Petrarca, la parola che Federico preferisce è "benché". Benché la vita molto spesso ci possa sembrare un Inferno, il paradiso è sempre lì, dietro l'angolo.

Inferno è ogni seme che non diventa rosa.
Alessandro D'Avenia

Ma se l'inferno è "quando le cose non si compiono. Inferno è ogni seme che non diventa rosa. Inferno è quando la rosa si convince che non profuma. Inferno è un passaggio a livello che si apre su un muro", cosa non è Inferno? Come si può distinguere ciò che inferno non è? 

La risposta la si trova nella voce pacata e sempre attenta di 3P, cioè Don Pino Puglisi, un lottatore nato. Anche nell'inferno più buio, si può trovare un piccolo, anche flebile spiraglio di luce. È la via battuta dalla lotta per la giustizia, dalla speranza che si possa avere una vita migliore. Una lotta armata solo di tanta volontà e una grande, grandissima dose di coraggio. Proprio questo è quello che 3P ha portato avanti, senza mai fermarsi davanti alle intimazioni di chi voleva che lui sparisse. E anche davanti alla morte, la risposta sorridente di Puglisi è "Me l'aspettavo". 

Più che un libro, "Ciò che Inferno non è" è un messaggio colmo tanto di speranza quanto di gravità sulla storia che ci ha circondato e ancora oggi continua a farlo. Con l'occhio prima di testimone, e poi di scrittore, D'Avenia riecheggia l'insegnamento, attuale come non mai, di Don Pino Puglisi : non arrendersi mai.

In un misto di orrore e gioia, Federico entra in contatto con la vita vera, la tocca e la assapora. Impara ad innamorarsi e a rendere l'amore la propria arma di salvezza in un sistema malato. Con grande sensibilità, D'Avenia ci porta dentro la storia, delineandola in tutte le sue sfaccettature. Se l'inferno è "tutte le volte che decidi di non amare o non puoi amare", ciò che Inferno non è siamo noi stessi quando decidiamo di amare sinceramente e incondizionatamente.


Pro e Contro


Leggero
Fluido
Scorrevole
Emozionante
Nessuno

Voto Libro

4.5 / 5